Bonus ristrutturazione: prorogato fino al 2024! |

Bonus ristrutturazione: prorogato fino al 2024!

Bonus ristrutturazione: prorogato fino al 2024!

Il bonus ristrutturazione è una detrazione fiscale fino al 50% per le spese sostenute per ristrutturare le abitazioni o le parti comuni degli edifici.

Nel nostro precedente articolo, abbiamo già trattato ampiamente di quest’argomento, ma data la nuova Legge di Bilancio, è giusto riparlarne poichè è ancora possibile poterne usufruire portando grossi vantaggi alla propria abitazione e facendone aumentare il valore di mercato.

Prorogato fino al 2024, senza modifiche corpose, permette di agevolare fiscalmente chi decide di intervenire sul proprio immobile con spese ordinarie o straordinarie.

Come funziona il bonus ristrutturazione?

Il Bonus ristrutturazione può essere richiesto per interventi specifici che sono stati individuati dall’ Agenzia delle Entrate, ovvero:

  • Interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, risanamento conervativo, ristrutturazione edilizia effettuato sulle parti comuni degli edifici residenziali oppure sulle singole unità immobiliari
  • Interventi necessari alla ricostruzione o al ripristino dell’immobile danneggiato da calamità
  • Interventi con il fine di eliminare le barriere architettoniche
  • Interventi con il fine di contenere l’inquinamento acustico degli edifici
  • Interventi per il risparmio energetico
  • Interventi di bonifica dell’amianto
  • Interventi per la sicurezza domestica
  • Sostituzione di porte ed infissi
  • E molto altro

Chi può richiedere il bonus ristrutturazione?

Può essere richiesto da tutti i contribuenti residenti o non residenti in Italia, proprietari o non proprietari dell’immobile.

Infatti, anche solo il titolare dei diritti di godimento può richiedere di accedere al bonus ristrutturazione.

In ogni caso, è necessario presentare i documenti relativi all’immobile all’Agenzia delle Entrate: domanda di accatastamento, ricevute di pagamento, delibera dell’assemblea per inizio dei lavori (qualora si tratti di parti comuni), dichiarazione di consenso all’esecuzione dei lavori, concessioni ed autorizzazioni varie.

Quando scade la proroga?

Come già accennato, la Legge di Bilancio 2022 ha prorogato il bonus ristrutturazione fino al 2024!

Quindi, per i prossimi 2 anni si può ancora sfruttare questa vantaggiosa manovra fiscale per aumentare il valore di mercato del proprio immobile.

Non lasciarti sfuggire l’occasione!

Condividi su: