Nuda Proprietà: cos’è e come comportarsi

Nuda Proprietà: cos’è e come comportarsi

Nel mercato immobiliare, la cosiddetta “nuda proprietà” è` un tipo di situazione in cui ci si può spesso imbattere e può soddisfare le richieste di coloro che si trovano in una situazione economica non particolarmente florida, ma che non vogliono rinunciare ad un buon investimento.

Cosa significa “Nuda Proprietà?”

La “Nuda Proprietà`” non è altro che il valore della proprietà di un immobile senza il diritto all’usufrutto.

In altre parole, chi acquista la casa diventa proprietario dell’immobile, ma non acquisisce il diritto all’uso esclusivo dell’abitazione che, invece, è proprio dell’usufruttuario. Quindi, sebbene il proprietario dell’immobile aliena il suo bene, continua a conservarne il diritto a viverci fino alla durata del contratto che, in alcuni casi, può essere anche tutta la vita.

Come comportarsi in caso di acquisto di “Nuda Proprietà”?

In tutte le compravendite immobiliari, è consigliabile avvalersi di professionisti del settore, ovvero le agenzie immobiliari in questo caso.

Se per tutto il resto delle compravendite, è consigliabile, nel caso della nuda proprietà è necessario. Infatti, già semplicemente per determinare il prezzo dell`’immobile bisogna affidarsi ad una perizia professionale che stabilirà il prezzo finale, grazie all’applicazione di un coefficiente che prende in considerazione diverse variabili.

Quali sono i vantaggi?

Il vantaggio principale di scegliere la strada della nuda proprietà “e proprio del venditore, il quale può godere di una liquidità immediata, ma può continuare a godere dell’immobile. Però non sono da sottovalutare anche i vantaggi dell’acquirente, che si troverà ad essere proprietario di un immobile con un prezzo agevolato ed un valore che aumenterà nel tempo.

È per questo motivo che la strada della nuda proprietà è sempre più utilizzata ai giorni nostri, caratterizzati da una forte crisi economica. Difatti, anche gli oneri sono equamente distribuiti poichè gli oneri relativi al mantenimento del buono stato dell’immobile sono a carico dell’usufruttuario, mentre le spese straordinarie relative ad impianti sono a carico del nudo proprietario.

Infine, per quanto riguarda le tasse come IMU, TASI, IRPEF sono a carico dell’usufruttuario perchè detiene ancora la disponibilità materiale dell’immobile, facendo diventare ancora più conveniente la scelta di acquistare tramite questa modalità.

Richiedi la tua valutazione gratuita per il tuo immobile.

Condividi su: