Cinque stili per arredare la cucina: scegli il tuo

Cinque stili per arredare la cucina: scegli il tuo

La cucina, da sempre, è vissuta come il cuore della casa, il luogo in cui ci si ritrova in un clima di convivialità con i propri cari; ma la cucina è anche la patria del confronto e della creatività!

In ogni caso, si tratta di uno degli ambienti che hanno bisogno di maggiore cura in fase di progettazione, perché deve risultare funzionale, accogliente e ordinata

Gli spazi devono essere ottimizzati al millimetro, soprattutto se la cucina si trova all’interno di un open space, così da evitare che gli elementi di arredo possano dare una sensazione di oppressione. 

Ma qual è la cucina ideale? Ovviamente non esiste una risposta uguale per tutti a questa domanda. Molto dipende dallo stile che si predilige: vediamo quali sono le opzioni di tendenza sul mercato.  

La cucina in stile classic

Linee semplici e pannelli lavorati con effetti sobri ed eleganti caratterizzano la cucina di stile classico. Un tocco di modernità è conferito dagli elettrodomestici di ultima generazione.  

Non mancano tuttavia cucine classiche che presentano elettrodomestici da incasso con una linea vintage, che possono offrire un ulteriore tocco a un ambiente tradizionale che privilegia principalmente colori chiari, con l’incursione di alcuni elementi in contrasto di colore.  

Arredi in legno e top in pietra o in granito ci regalano ambienti di grande impatto visivo, resi ancora più eleganti da scomparti a giorno e vetrine. 

La cucina in stile country chic 

Tutto il calore del legno in un design che richiama la campagna, la semplicità e i valori della tradizione: in uesto modo è possibile descrivere le cucine country. 

Giochi di volumi, contaminazione con le più recenti tendenze e nuovi materiali hanno rielaborato questo iconico stile di arredamento, rendendolo ancora attuale. 

Nella versione chic di queste cucine non perdiamo i tratti distintivi dello stile country tra cui spiccano la lista sovrapensile, finemente elaborata, vetrine, mensole e credenze che richiamano linee pulite ed essenziali. 

La cappa è inserita nei pensili oppure è realizzata rigorosamente in muratura. Alle forme più classiche e particolareggiate si sostituiscono linee più asciutte e razionali.

Dispense, mobili a giorno e scaffali costituiscono il punto di forza di questo tipo di cucine, perfette da inserire in un ambiente ampio e magari in collegamento con un patio o un giardino. 

Varianti di design donano allo stile country una maggior freschezza e modernità, senza perdere in schiettezza e immediatezza. Forme minimal di grande impatto visivo creano un ambiente fresco e armonioso, dove elementi naturali come legno e pietra si fondono con i particolari in ferro e ottone. 

La cucina in stile moderno 

Soluzioni modulari dalle linee nette e geometriche caratterizzano le cucine moderne che vediamo nelle riviste di design o che possiamo osservare negli showroom.

Disponibili sia in versioni minimal che lineari, completate di penisole arrotondate, le cucine moderne sono un vero e proprio concentrato di design, ma anche di possibilità. 

Le cucine moderne sono spesso protagoniste degli open space, perché sono progettate in maniera tale da occupare lo spazio in maniera ottimizzata e da arredare lo spazio grazie al colore, come nel caso di cucine color block.

Queste ultime sono perfette anche per arredare case di piccole dimensioni creando un angolo colorato e dallo stile vivace. 

La cucina in stile industriale 

cucina industriale

Lo stile industriale valorizza elementi che si contraddistinguono per l’aspetto grezzo, ma che messi insieme creano un ambiente dall’estetica immediata e che colpisce per l’accostamento di materiali e proporzioni

Principe della cucina industriale è lo spazio dedicato alla convivialità, generalmente valorizzato da tavoloni in legno grezzo a cui si abbinano sedie e sgabelli in ferro, con sedute in legno e/o in pelle.

Le pareti sono piastrellate con una mattonella con effetto muro dai colori classici a quelli monocottura. 

I pensili sono talvolta sostituiti da aste e scaffali e mobili a giorno, per tenere tutto in bella vista.

Un tocco ulteriore di calore è dato dall’inserimento di piante aromatiche e da interno, che personalizzano ancora di più la zona pranzo.

Sul tavolo, viste le dimensioni generalmente importanti, troviamo più punti luce, che contribuiscono a creare un’atmosfera soffusa e conviviale. 

La cucina in stile shabby chic 

Per le più romantiche, lo stile adatto è quello della cucina shabby chic. Colori pastello e forme leggermente sagomate ci riportano immediatamente all’epoca vittoriana.

Non possono mancare mensole e mobili a giorno su cui esporre i classici barattoli di biscotti, servizi da the e porcellane con decori floreali. 

Lo stile shabby chic combina elementi essenzialmente naturali come legno e pietra per dare vita a un ambiente caldo e accogliente.

All’acciaio e alle superfici di metallo lucide sono preferite maniglie e pomelli con effetto anticato, in ceramica con decori floreali oppure sempre in legno. 

Non possono mancare lavagnette per segnare tutto quello che occorre per la quotidianità e un angolo dove scrivere e custodire le proprie ricette.

Via libera anche ai fiori, sia artificiali che naturali, che donano un ulteriore pizzico di romanticismo all’ambiente

E tu? Qual è lo stile che preferisci? 

Condividi su: