Bonus arredamento spinge il mercato!

Bonus arredamento spinge il mercato!

Il rapporto Italiani-abitazione è sempre stato solido, ma solo con la pandemia il concetto “casa” è stato completamente stravolto, coadiuvato dai bonus arredamento degli ultimi anni.

Pur diventando un legame sempre più stretto, la “casa” è, oggi, vista come un vero e proprio rifugio che non deve essere designato solo al comfort, ma anche funzionale, libero e con qualche capriccio in più.

Quali sono i dati del settore dopo il bonus arredamento?

I dati elaborati negli ultimi dagli analisti del settore arredamento, riportano un incremento di oltre il 14% rispetto all’anno precedente con un fatturato di 49 miliardi di euro.

Questo è un risultato molto importante, ottenuto grazie ai forti incentivi messi in atto da parte del governo grazie ai superbonus e ai bonus mobili.

L’adesione a questi bonus consentono di ottenere una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili nuovi e grandi elettrodomestici, per un importo massimo di 10 mila euro.

La proroga del Superbonus e la proroga del bonus mobili fino al 2024 continuerà a trainare non solo il settore dell’arredamento, ma anche i settori collaterali tra cui quello immobiliare.

Sul versante dell’export?

Anche in questo contesto, i risultati sono positivi poichè il settore ha raggiunto oltre 18 miliardi di euro con un aumento del 20,6% rispetto all’anno precedente.

In particolare, la Francia è il primo paese di esportazione soprattutto per il mercato del macro-sistema di arredamento e di illuminazione con un fatturato pari a 26 miliardi di euro.

Il legno arredo è forse il protagonista della filiera perchè grazie al buon andamento delle vendite ha concentrato la domanda di acquisto su particolari oggetti, rendendo gli acquirenti soddisfabili con dei prodotti abbastanza omogenei.

Il settore immobiliare, legato a doppio filo con quello dell’arredamento, giova delle conseguenze positive dei bonus mobili aumentando, anch’esso il fatturato!

Condividi su: