Fondo Garanzia Mutui Prima Casa 2020: cos’è e come si richiede

Fondo Garanzia Mutui Prima Casa 2020: cos’è e come si richiede

Quando si deve accendere un mutuo per l’acquisto di una casa, c’è sempre la paura di dover affrontare un debito ingente.  

Purtroppo, vista la precarietà lavorativa che caratterizza la nostra società, spesso i giovani trovano difficoltà ad accedere a linee di credito o a ottenere garanzie per gestire la rata mensile con maggior serenità.  

Per venire incontro alle esigenze di chi vuole investire i propri risparmi nell’acquisto di una prima abitazione, c’è il Fondo Garanzia Mutui Prima Casa

Attualmente il Fondo Garanzia Mutui Prima Casa è stato rifinanziato con il “Decreto Crescita” nell’art. 19, DL  30 aprile 2019 n. 34 ed è gestito da CONSAP: ma scopriamo insieme quali sono i dettagli e le modalità di accesso al fondo. 

Che cos’è il Fondo Garanzia Mutui Prima Casa? 

Il Fondo è stato istituito dall’art. 1, comma 48, lett. c), Legge 27 dicembre 2013, n. 147 presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro e costituisce un’ulteriore garanzia per chi deve affrontare l’acquisto di una prima casa

Secondo la normativa vigente, la richiesta d’accesso al Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa prevede la concessione di garanzie a prima richiesta su mutui il cui importo non può superare i 250 mila euro

La garanzia viene concessa per l’acquisto di una abitazione di nuova costruzione ma anche per l’acquisto di immobili con interventi di ristrutturazione, purché questi ultimi abbiano come scopo l’accrescimento dell’efficienza energetica delle unità immobiliari oggetto della compravendita. 

Gli immobili devono essere siti sul territorio nazionale e devono essere adibiti a dimora principale del mutuatario. 

Come si richiede il Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa? 

Le banche e gli intermediari finanziari che hanno aderito all’iniziativa possono effettuare le operazioni di erogazione dei mutui garantiti dal Fondo. Sarà al momento della richiesta del mutuo che si potrà fare domanda anche per il Fondo. 

Prima di effettuare la richiesta di mutuo a un istituto di credito, pertanto, è necessario assicurarsi che la propria banca figuri tra quelle aderenti all’iniziativa. 

Quali sono i requisiti di accesso al Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa? 

Il Fondo può essere richiesto da coloro che non risultino proprietari di altri immobili a uso abitativo alla data di presentazione della domanda di mutuo. 

Fanno eccezione gli immobili acquisiti tramite successione di cui genitori e fratelli hanno l’usufrutto.  

Generalmente, la richiesta può partire a nome di due beneficiari; in caso di più richiedenti, la modulistica necessaria necessita di ulteriori integrazioni. 

Come viene assegnato il Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa? 

Sono ritenute prioritarie le domande effettuate dai alcune tipologie di soggetti. Nel dettaglio, a domande pervenute nella stessa data, viene assegnata priorità a: 

  • Nuclei familiari costituiti da coniugi o conviventi more uxorio che abbiano una storia familiare di almeno due anni. Almeno uno dei coniugi non deve aver superato i 35 anni alla data di presentazione della domanda di finanziamento. 
  • Nucleo familiare monogenitoriale con figli minori
  • Conduttori di alloggi di proprietà degli Istituti autonomi per le case popolari 
  • Under 35, se titolari di un contratto di lavoro atipico di cui all’art. 1 della legge 28 giugno 2012, n 92.

Quali immobili non hanno accesso al fondo? 

Non tutti gli immobili, anche se mutuabili, sono idonei per la richiesta del finanziamento. Sono esclusi, infatti, gli immobili signorili con categoria catastale A1, le ville appartenenti alla categoria catastale A8 e i castelli e palazzi che afferiscono alla categoria catastale A9

Inoltre, l’immobile non deve avere le caratteristiche di lusso che sono esplicitate attraverso il decreto del Ministero dei Lavori Pubblici in data 2 agosto 1969, n. 1072. 

Quali sono le caratteristiche della garanzia del Fondo? 

La garanzia è concessa nella misura del 50% della quota capitale, per tutto il tempo in essere, in base a quanto stabilito in termini di durata dal gestore concedente il mutuo.

La garanzia è efficace a decorrere in via automatica dalla data di erogazione del mutuo. L’accettazione della pratica o il rifiuto vengono espressi sempre formalmente tramite comunicazione alla banca o all’intermediario che segue la pratica.

Per essere guidato nell’acquisto della tua prima casa, affidati a Porta a Porta: scegli tra le sedi della nostra agenzia immobiliare a Caserta quella più vicina a te.

Condividi su: