Come scegliere casa con il Feng Shui

Come scegliere casa con il Feng Shui

Come spesso abbiamo affermato, scegliere la casa giusta per le proprie esigenze è un’impresa molto delicata, che ha dei risvolti pratici e altri emotivi.

In questo articolo scopriremo l’antica arte geomantica del Feng Shui, utilizzata fin da tempi antichissimi per la scelta della dimora giusta.

Secondo questa antica arte la casa perfetta esiste e non solo perché rispecchia le proprie necessità, ma anche perché possiede le caratteristiche per essere la “Home sweet Home” che tutti desiderano.

Che cos’è il Feng Shui?

Come abbiamo appena accennato il Feng Shui è un’arte geomantica taoista, nata in Cina. Quest’ultima è da ritenersi ausiliaria dell’architettura, ma a differenza di tale disciplina, il Feng Shui si basa anche su aspetti psicologici e astrologici.

Quando si parla di Feng Shui non esiste una dottrina unificata o testi canonici, ma ci sono numerose scuole di pensiero tra le quali distinguiamo la San Yuan Pan e la San He Pai.

Letteralmente Feng Shui significa “vento e acqua”. Questi sono gli elementi che plasmano la terra e dalla cui presenza si determina la salubrità di un luogo. Secondo il taoismo ci sono due principi che determinano lo sviluppo degli eventi naturali ed essi sono il Ch’i e l’equilibrio dinamico di Yin e Yang.

Nel Feng Shui lo Yin, il principio umido oscuro e femminile, è rappresentato dall’acqua e lo Yang, il principio caldo luminoso e maschile, è il vento. L’acqua e l’aria sono gli elementi indispensabili per generare la vita.

Come il Feng Shui influenza la scelta di una casa?

Siamo in procinto di comprare una casa ed è chiaro che agli aspetti pratici, sopravvengano anche dei fattori emotivi. Secondo il Feng Shui l’ambiente può influenzare la mente, la salute fisica e le scelte, quindi è indispensabile capire quali desideri sono intrinsecamente legati all’acquisto di una nuova casa.

Un ambiente che non rispecchia determinati requisiti potrebbe avere un peso notevole sull’evoluzione della vita futura, per questo è importante non commettere passi falsi.

Secondo il Feng Shui, quindi, l’ambiente può influenzare anche la vita personale e il successo professionale. In tal senso, bisogna imparare a valutare le unità immobiliari che si visitano.

Porre le giuste domande al proprio agente immobiliare è fondamentale, ma anche avere la possibilità di potersi muoversi in casa in autonomia può essere utile per approfondire le caratteristiche della dimora.

L’importante è agire sempre nel pieno rispetto della proprietà, ed effettuare il giro di ispezione dopo che l’agente avrà fornito la spiegazione di base sugli spazi e le eventuali potenzialità. Dopo di ciò si potrà avere una panoramica completa per poter effettuare con serenità la propria scelta.

Cosa valutare se è la casa giusta secondo le regole del Feng Shui?

Il primo aspetto da valutare per avere una casa Feng Shui è la direzionalità, quindi come si sviluppano gli ambienti tra ingresso e retro.

Una casa sviluppata su spazi perfettamente organizzati rende più facile la capacità di avere le idee chiare sui propri obiettivi. Al contrario, se una casa ha una direzionalità confusa, non sviluppa un buon Feng Shui e fomenta indecisione e insicurezza.

Sono preferibili le case in cui la planimetria rientra in un quadrato o in un rettangolo, perché sono forme regolari. Le planimetrie irregolari possono celare disordine e alimentare delle mancanze.

Affaccio e luminosità: quali sono le regole secondo il Feng Shui?

Altro aspetto importante è la vista e la luminosità. Una casa con un buon Feng Shui è piena di luce e se c’è una vista che lascia lo sguardo spaziare allora è una casa che favorirà la programmazione e la realizzazione di progetti. Sono case, queste ultime, particolarmente indicate per le giovani coppie e le famiglie.

Tuttavia, dovrebbero essere evitate anche le case che hanno una vista sconfinata, perché quest’ultima favorisce la creazione di obiettivi stressanti e non sempre alla propria portata, con effetti negativi sulla famiglia e la salute.

Da evitare anche l’affaccio bloccato dalla presenza di grandi alberi o da un’eccessiva vicinanza con il palazzo di fronte. Questa tipologia di casa blocca la creatività e lo sviluppo sia sul piano familiare che lavorativo, favorendo la chiusura in se stessi.

Queste abitazioni, infatti, sono indicate solo nel caso in cui la persona sia in un’età in cui debba godere i frutti di quanto maturato nel passato, quindi per persone che abbiano raggiunto l’apice del proprio percorso di maturità.

L’affaccio sul retro deve offrire un senso di protezione attraverso una chiusura o un manufatto di contenimento.

Perché questo elemento non può mancare? Perché l’assenza di contenimento è sintomo di mancanza di sostegno e risorse, sia per quanto riguarda il piano fisico, che la psiche e dal punto di vista pratico. Questa tipologia di conformazione porta disorientamento e confusione.

Che ruolo gioca il paesaggio nel Feng Shui?

Sarebbe bene prediligere una casa con un affaccio che escluda, da qualsiasi direzione e prospettiva, forme dall’aspetto appuntito o minaccioso. Da fare attenzione anche alla conformazione delle strade. Non dare peso a questo aspetto può causare un impatto negativo sulla propria salute.

Inoltre, bisogna evitare le case vicine a possibili sorgenti di inquinamento e vicino a luoghi che possano suscitare inquietudine.

E per dormire sonni tranquilli?

Secondo il Feng Shui dall’ingresso è necessario organizzare l’ambiente in maniera tale da percorrere due angoli retti prima di arrivare in camera da letto e il gioco è fatto!

La camera da letto, infatti, deve essere situata non troppo vicina all’ingresso e non deve essere raggiunta tramite un percorso in linea retta, per evitare che si maturi un senso di insicurezza o si avverta una sensazione di mancanza di privacy.

Per acquistare la casa dei tuoi sogni a Caserta o in provincia, affidati alla professionalità del Gruppo Porta a Porta. Contatta i nostri agenti per una consulenza dettagliata.

Condividi su: